Elenco dei farmaci da non dare mai al cane

Foto articolo blog Farmalanda

Esistono dei farmaci, prevalentemente ad uso umano che non devono essere mai dati ai cani per provare risolvere un loro problema di salute. Se gli effetti collaterali di un medicinale pensato appositamente per gli esseri umani possono essere pericolosi per noi, pensiamo al pericolo a cui sarebbero soggetti i nostri amici a quattro zampe.
I processi di farmacodinamica (meccanismo di azione ed effetto dei farmaci sull’organismo) e di farmacocinetica (liberazione, assorbimento, distribuzione, metabolismo ed eliminazione) infatti sono molto diversi nell’organismo umano e in quello canino: una scelta azzardata potrebbe costare la vita a Fido.

Paracetamolo
Il paracetamolo ha un’azione antipiretica e analgesica, ed è tra i farmaci da non dare mai ai cani. Niente paura: esistono molti medicine i cui principi attivi hanno questa azione, e probabilmente alcuni di essi sono adatti per curare alcune patologie canine (sempre previa prescrizione veterinaria).
Il paracetamolo è potenzialmente dannoso per il fegato. Potrebbe verificarsi un’insufficienza epatica che può condurre alla morte dell’animale o la distruzione della maggior parte dei globuli rossi.

L’ibuprofene è tra i farmaci da non dare mai ai cani
Si tratta di un principio attivo che appartiene al gruppo dei FANS, i farmaci non steroidei antinfiammatori. L’uso abituale che gli umani ne fanno, fa pensare che possa essere somministrato anche ai pelosi, invece è tra i farmaci da non dare mai ai cani.
Dosi superiori ai 5 milligrammi per chilo del peso corporeo sono tossiche. Una pastiglia per adulti (600 milligrammi) quindi sarebbe letale per un cane di piccola taglia. I sintomi da intossicazione sono vomito, diarrea, inappetenza, insufficienza renale, insufficienza epatica e, nei casi peggiori, la morte.

Benzodiazepine (antidepressivi)
Ne fanno parte i principi attivi come clordemetildiazepam, alprazolam, diazepam o zolpidem. Negli esseri umani hanno un potere sedativo del sistema nervoso centrale, e vengono prescritti in caso di ansia, nervosismo o insonnia.
In realtà le benzodiazepine provocano nervosismo e attacchi di panico, oltre ad essere molto pericolose per la salute epatica del cane. Farmaci come il diazepam curano l’epilessia o l’ansia, ma solo il veterinario può fare una diagnosi e prescrivere un’eventuale cura. Niente improvvisazioni e fai-da-te.
Le benzodiazepine sono state create in modo da avere un margine terapeutico più ampio raggio rispetto ai barbiturici. Nei cani, però, succede l’esatto opposto: vengono usati i barbiturici perché sono più sicuri, sempre se prescritti dallo specialista. Gli antidepressivi sono farmaci da non dare mai ai cani

Antipertensivi
Gli antipertensivi della categoria degli ACE inibitori (come il lisinopril), pur essendo occasionalmente utilizzati anche sugli animali, possono provocare problemi cardiaci e renali se assunti accidentalmente seguendo i dosaggi umani.
Quelli della categoria dei beta-bloccanti, atenololo, propranololo e simili, possono provocare la morte anche in piccole quantità. Possono causare un rapido e intenso abbassamento della pressione arteriosa e la bradicardia (un rallentamento dei battiti del cuore).

Pillola anticoncezionale
In piccole quantità non provoca danni. Ma c’è un ma: spesso le confezioni sono così invitanti agli occhi di Fido che non riesce a resistere e le ingerisce tutte.
Questo può portare a una mielodepressione, cioè la soppressione dell’attività del midollo osseo, che a sua volta può portare ad anemia, leucopenia (con conseguente calo delle difese immunitarie) e piastrinopenia. L’avvelenamento da estrogeni è più pericoloso nelle cagnoline non sterilizzate.

Evitare il fai-da-te
Oltre a evitare i farmaci da non dare mai ai cani, è bene non procedere con cure improvvisate e senza prescrizione del veterinario. Un sintomo banale può nascondere malattie gravi che hanno bisogno di essere diagnosticate e curate in modo adeguato da uno specialista.
Per evitare incidenti che possono mettere a repentaglio la vita del nostro quadrupede, quindi, se si ha il sospetto che stia male e abbia bisogno di farmaci di qualche tipo, è consigliato sempre avvalersi della consulenza veterinaria.

Fonte: ilmiocaneleggenda.it | by Marta Ruggiero 21 Maggio 2019 in Salute del cane

La salute del tuo cane ha sempre la priorità!
Non ci resta che augurare il meglio a te e al tuo cane.

Se invece sei un veterinario o possiedi una clinica veterinaria a Palermo, è forse utile sapere che Farmalanda farmacia veterinaria Palermo, offre tutto l'occorrente per lo svolgimento dell'attività veterinaria, essendo una farmacia veterinaria Palermo ingrosso, troverai sicuramente la massima convenienza nell'acquisto di farmaci, parafarmaci e alimenti per cani, gatti, uccelli, roditori, equini, etc a Palermo.
Sei un veterinario a Palermo? Contattaci subito!

0 Commenti

avatar man Uomo avatar man Donna


Ho letto ed accetto le condizioni sulla Privacy.
Accetto    Non Accetto