Milteforan 90ml

Art: 04
Marca: Virbac

Sciroppo per la cura della leishmaniosi canina

  • Disponibilità: In Stock



Ordina subito via Whatsapp

DENOMINAZIONE:
Milteforan

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:
Altri antiprotozoari. 

ECCIPIENTI:
Idrossipropilcellulosa; glicole propilenico; acqua purificata. 

INDICAZIONI:
Controllo della leishmaniosi canina.
I sintomi clinici della malattia iniziano a decrescere in modo accentuato subito dopo l'inizio del tratamento e si riducono ulteriormente 2 settimane dopo.
Questi sintomi continuano a migliorare per almeno 4 settimane dopo il completamento del trattamento. 

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR:
Non usare in caso di ipersensibilita' al principio attivo o ad uno deg li eccipienti.
Non usare in gravidanza, allattamento e negli animali r iproduttori. 

USO/VIA DI SOMMINISTRAZIONE:
Orale. 

POSOLOGIA:
Somministrare alla dose di 2 mg/kg p.v., una volta al giorno per 28 giorni (corrispondenti ad 1 ml/10 kg p.v.
per giorno).
Incorporare all'a limento, nel pasto intero o in una parte del pasto.
Poiche' il parassi ta e' localizzato nei tessuti profondi (midollo osseo, linfonodi, milza e fegato) e' di massima importanza, per assicurare l'efficacia del prodotto, continuare la somministrazione per tutto il periodo (28 giorni). 

CONSERVAZIONE:
Il medicinale veterinario non richiede particolari condizioni di conservazione.
Periodo di validita' dopo la prima apertura del confezionamento primario: 1 mese. 

AVVERTENZE:
Evitare il sottodosaggio, al fine di ridurre il rischio di sviluppo di resistenza, che puo' alla fine determinare una terapia inefficace.
Il peso del cane deve essere accuratamente valutato prima e durante il trattamento.
Si consiglia di mescolare il prodotto nell'alimento per rdurre reazioni sfavorevoli a carico dell'apparato digerente.
La somministrazione contemporanea di prodotti anti-emetici con il trattamento riduce il rischio di reazioni sfavorevoli.
L'utilizzo del prodotto in a nimali con gravi disfunzioni epatiche e cardiache deve essere effettua to dopo attenta valutazione del rapporto rischio/beneficio.
Speciali precauzioni per chi somministra il prodotto: in caso di ingestione accidentale o contatto con la cute, rivolgersi immediatamente ad un medico.
Le persone con nota ipersensibilita' alla miltefosina devono evitare contatti con il medicinale veterinario e/o qualsiasi escreto degli an imali in terapia (feci, urine, vomito, saliva, ecc.) e devono somministrare il prodotto con cautela. Il prodotto puo' causare irritazione degli occhi e della pelle.
Il prodotto non deve essere somministrato da donne gravide, prossime ad eventuale gravidanza o il cui stato gravidi co non e' conosciuto.
Non permettere agli animali appena trattati con il prodotto di leccare le persone.
Non scuotere il flacone per evitare il formarsi di schiuma.
Sovradosaggio: uno studio sul sovradosaggio ( fino a 2 volte la dose consigliata per 28 giorni), ha mostrato effetti indesiderabili quali vomito incoercibile. 

TEMPO DI ATTESA:
Non pertinente. 

SPECIE DI DESTINAZIONE:
Cani. 

EFFETTI INDESIDERATI:
Durante gli studi clinici, moderati e transitori casi di vomito sono stati abbastanza comuni (16% dei cani trattati) e la diarrea e' stata comune (12% dei cani trattati).
Queste reazioni sono avvenute in media entro 5-7 giorni dopo l'inizio del trattamento, e nella maggior parte dei casi sono state della durata di 1-2 giorni.
Tuttavia, in alcuni animali, questi effetti potrebbero durare piu' a lungo, anche per piu' d i 7 giorni.
Questi effetti non hanno modificato l'efficacia del prodot to e quindi non e' stata necessaria l'interruzione del trattamento opp ure il cambio della dose.
Queste reazioni sono state reversibili ed al la fine del trattamento tutti i cani si sono ripresi senza il bisogno di una specifica terapia. 

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO:
La sicurezza del medicinale veterinario durante la gravidanza, l'allattamento e negli animali da riproduzione non e' stata stabilita.
Non usare durante la gravidanza, la lattazione e negli animali da riproduzione.
Studi di laboratorio su ratti e conigli hanno evidenziato l'esistenza di alcuni effetti teratogenici, fetotossici, embriotossici e mater notossici.
Usare solo conformemente alla valutazione del rapporto rischio/beneficio.